Connessione fluviale

 

Il Porto di Venezia è l’unico scalo in Italia ad avere la possibilità di far proseguire la merce utilizzando la modalità fluviale. Si tratta di una grande opportunità riconosciuta anche dall’Unione Europea (che considera la tratta fluviale Lombardo-Veneta componente del corridoio mediterraneo delle reti Ten-T).

Una linea di navigazione interna collega 365 giorni all’anno Venezia a Mantova attraverso il canale navigabile Fissero Tartaro Canalbianco e c’è la possibilità di proseguire fino a Cremona.
La modalità fluviale è vantaggiosa dal punto di vista ambientale, infatti, una chiatta in grado di trasportare 60 container a viaggio si traduce in 60 camion in meno sulle strade per ogni singolo viaggio – comporta una risparmio in termini di emissioni di CO 2 pari a 60,31 tonnellate rispetto al trasporto su gomma.

Il trasporto fluviale è vantaggioso anche sotto il profilo economico, ad ogni chiatta infatti corrisponde un risparmio di 603 euro di «costi esterni» rispetto al trasporto stradale.
La modalità fluviale si rivela una modalità efficiente e sicura, il trasporto fluviale ha tempi certi, anche grazie agli operatori del porto di Mantova e Cremona che sono altamente qualificati.
 

Connessione fluviale
Connessione fluviale