Governance

 

La governance delle Autorità di Sistema Portuale

A seguito del Decreto legislativo n.169 del 4 agosto 2016 stata istituita l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (AdSPMAS), estendendo le competenze della precedente Autorità Portuale di Venezia anche al porto di Chioggia.

Per effetto di tale riforma, la relazione dell’ente portuale con il Governo centrale è molto più stretta. Infatti, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti svolge un ruolo di regia e di coordinamento su tutte le Autorità di Sistema italiane, al fine di garantire la coerenza complessiva della politica portuale nazionale, anche attraverso la Conferenza Nazionale di coordinamento delle stesse, allo scopo di armonizzare le scelte strategiche che attengono ai grandi investimenti infrastrutturali, le scelte di pianificazione urbanistica in ambito portuale, le strategie di attuazione delle politiche concessorie del demanio marittimo, nonché le strategie di marketing e promozione sui mercati internazionali del sistema portuale. La Conferenza è presieduta dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ed è composta dai presidenti delle AdSP, da cinque designati dalla Conferenza Unificata, di cui tre delle regioni, uno della città metropolitana e uno dei comuni.

D’altra parte, a livello locale, AdSPMAS si compone di una serie di organi e di strutture organizzative che ne garantiscono il funzionamento: il Presidente, il Comitato di Gestione e il Collegio dei Revisori dei conti.

A questi vanno aggiunti nel quadro della governance delle AdSP anche il Segretariato Generale (composto dal suo vertice – il Segretario Generale - e dalla sua struttura esecutiva - la segreteria tecnico operativa) e l’Organismo di partenariato della Risorsa mare.

Quest’ultimo rappresenta una delle novità introdotte dal d.lgs. 169/2016 e si tratta di un soggetto consultivo che svolge funzioni di confronto partenariale ascendente e discendente, nonché funzioni consultive di partenariato economico sociale su tematiche di rilievo per l’AdSP (come i progetti di bilanci, il piano regolatore portuale, i servizi resi nell’ambito del sistema portuale, suscettibili di incidere sulla complessiva funzionalità ed operatività dell’ente).

Permangono poi le Commissioni Consultive per i diversi porti ricompresi all’interno del sistema portuale (nel caso dell’AdSPMAS vi è una Commissione a Venezia e una a Chioggia), che svolgono funzioni consultive sui temi connessi con rilascio, sospensione e revoca delle autorizzazioni e concessioni e sull’organizzazione del lavoro in porto, sugli organici delle imprese, sull’avviamento della manodopera e sulla formazione professionale dei lavoratori.