Come avere in uso un bene demaniale

 

Come avere in uso un bene demaniale (uffici, posti barca, aree scoperte, parcheggi)

La concessione demaniale autorizza l'uso di aree del demanio marittimo.

Chi è interessato ad una concessione demaniale marittima deve presentare all’ufficio protocollo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale una richiesta (istanza) scritta in bollo (fac- simile istanza) che verrà poi trasmessa all’Ufficio competente del Demanio.
L’ufficio del demanio comunicherà all'interessato l’avvio del procedimento e chiederà gli oneri di istruttoria.
Il procedimento si articola in diverse fasi:

  • istruttoria;
  • trasmissione documentazione contabile/amministrativa;
  • provvedimento finale - licenza/atto di concessione demaniale.

Istruttoria

In questa fase l'ufficio provvederà a: 1. dare pubblicità alla manifestazione di interesse (tramite la pubblicazione delle istanze - che avverrà in forma diversa a seconda della rilevanza economica e del tipo di concessione richiesta); 2. svolgere una verifica tecnica e amministrativa al fine dell’eventuale rilascio della concessione demaniale; 3. acquisire i pareri dagli uffici interni di APV e dagli Enti esterni (es. Capitaneria di Porto, Agenzia delle Dogane, ecc.) come previsto da norme e regolamenti.
L'esito dell'istruttoria può essere:

1. positivo, non sono pervenute manifestazioni di interesse da altri soggetti:
l’ufficio invierà una lettera con l'esito (Dichiarazione d’intenti) che dovrà essere accettata; l’istanza dovrà essere integrata con il modello obbligatorio ministeriale scarica (Sistema Informativo del Demanio - Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti - (S.I.D. mod. D1)  e con la cauzione (vedi).
2. positivo, sono pervenute manifestazioni di interesse da altri soggetti entro i termini di pubblicazione:
l'ufficio comunicherà l'avvio delle procedure ad evidenza pubblica per l'aggiudicazione della concessione.
3. negativo
l'ufficio comunicherà l'esito e la motivazione.

Trasmissione documentazione contabile/amministrativa:

L'ufficio provvederà a trasmettere 1. il disciplinare di licenza (concessioni infraquadriennali) o bozza di atto formale (concessioni pluriennali); 2. la richiesta di pagamento del canone, dell'imposta di registro, le spese per i bolli dell'atto e i diritti di segreteria.

La licenza/atto di concessione demaniale

La licenza verrà rilasciata, dopo aver acquisito: 1. il disciplinare di licenza o la bozza di atto firmato per accettazione; 2. le ricevute di avvenuto pagamento del canone* e dell'imposta di registro, *il canone deve essere corrisposto anticipatamente (art. 16 del regolamento del codice delle navigazione); 3.  la documentazione dell'avvenuta costituzione di idonea garanzia.

Il provvedimento finale

L’ufficio trasmetterà la licenza/atto di concessione registrato presso l’Agenzia delle Entrate al concessionario.
La concessione demaniale marittima non sostituisce le ulteriori autorizzazioni (edilizie, urbanistiche, paesistiche, ambientali ed altro) necessarie qualora si intendano realizzare opere o avviare l’esercizio di un'attività. Queste dovranno essere ottenute tramite gli sportelli competenti.

 

Contatti

Direzione Affari Istituzionali e Demanio
Area Valorizzazione beni demaniali - Area Concessioni demaniali
Santa Marta Fabb.13
tel.: 041.533.4782 – 4250
fax: 041. 533.4254
pec: autoritaportuale.venezia@port.venice.it
email (solo per informazioni): apv.demanio@port.venice.it
Responsabile del procedimento: Dott. Giorgio Calzavara
Responsabile Area Valorizzazione Beni Demaniali: Dott. Sandro Brazzalotto
Responsabile Area Concessioni Demaniali: Dott.ssa Lorenza Palma