Sostenibilità
Il Sistema Portuale veneto investe sullo Sviluppo Sostenibile

Welfare dei marittimi

 

Il trasporto marittimo svolge un ruolo rilevante per l’economia mondiale e rappresenta la principale modalità con cui avvengono gli scambi commerciali a livello internazionale. Se la catena logistica globale si muove con qualità e efficienza è anche grazie ai marittimi che, con sacrificio e fatica, lavorano per molti mesi di fila a bordo delle navi, lontano dagli affetti e dal proprio Paese.

Nel quadro delle policy volte a rendere la portualità veneta sempre più sostenibile sotto il profilo sociale, l’Autorità di Sistema Portuale ha posto in essere negli anni una serie di iniziative volte, da un lato, a sensibilizzare l’opinione pubblica circa il grande contributo portato da questi lavoratori “nascosti” e, dall’altro, a farli sentire accolti negli scali veneti, sia favorendo l’offerta di servizi concreti rispondenti alle loro necessità e sia dimostrando attenzione e riconoscimento nei loro confronti.

Welfare dei marittimi

Tali attività sono sviluppate primariamente in collaborazione con la Capitaneria di Porto, ma anche con le due associazioni dedicate, Stella Maris’ Friends e Mariport che offrono supporto ai marittimi sia nel quotidiano e sia in situazioni anomale o di emergenza.

Queste associazioni si occupano in particolare di garantire ai marittimi accoglienza e supporto alla loro permanenza in porto, tra cui la vendita di beni di prima necessità, trasporto a terra, postazioni internet, servizi religiosi.

L’Autorità di Sistema Portuale e la Capitaneria di Porto sono chiamate ad intervenire soprattutto in situazioni critiche, ad esempio in caso di sequestro di navi, al fine di coordinare tutte le operazioni necessarie alla risoluzione del caso, come: fornitura di allacciamenti elettrici e viveri, servizi di trasporto e ormeggio, rimpatrio dei marittimi.