Un centro medico per la palazzina Ligabue

 

Per decenni il Fabbricato 214 – per tutti, la Palazzina Ligabue – ha ospitato l’omonimo Gruppo che offre servizi catering e alberghieri aerei e navali. A partire da oggi invece, l’immobile realizzato in calcestruzzo in stile razionalista nell'immediato Dopoguerra dall'architetto Carlo Cristofoli, cambia destinazione d’uso.
 L’immobile di proprietà del Demanio Marittimo verrà infatti dato in concessione dall’Autorità Portuale di Venezia e quindi, a breve, là dove c’era il Gruppo Ligabue verrà realizzato un centro clinico e di riabilitazione.
Il progetto prevede di trasformare l'edificio in un punto servizi sanitario. Ai piani superiori è prevista la realizzazione di stanze per accogliere familiari e degenti che utilizzeranno i servizi di riabilitazione e al piano inferiore è prevista una palestra per la riabilitazione.
L’obbiettivo è quello di creare un punto di riferimento sanitario non solo per chi abita in centro storico ma anche per i lavoratori che vengono a lavorare a Venezia – data la sua prossimità a Piazzale Roma e l’affaccio sul canale della Scomenzera – dalla terraferma; inoltre, proprio per assolvere a tale compito, chi usufruirà dei servizi del centro potrà trovare aperti i servizi anche in orario serale.
L’investimento previsto per trasformare la palazzina (ex)Ligabue, è pari a 3 milioni di euro.