Terminal offshore di Venezia: Royal Haskoning consegna il layout definitivo e ottimizza costi e performance

 
Martedì
11
Nov
2014

La società di ingegneria olandese, che ha vinto il bando di gara internazionale per l’ottimizzazione dell’intero progetto del porto offshore-onshore di Venezia, ha presentato l'11 novembre 2014  all’Autorità Portuale il risultato della propria analisi e delle simulazioni effettuate.
Dopo la riprogettazione dei layout di Royal Haskoning DHV si è ottenuta un’ottimizzazione delle performance dell’intero terminal (offshore e onshore), la creazione di un sistema altamente flessibile ed efficiente oltre che la riduzione del 25% dei costi di investimento e di quelli operativi  relativamente all'equipment. La scelta di utilizzare equipment standard (gru e sistema di movimentazione dei container), già presenti sul mercato, ha consentito infatti di  ridurre notevolmente i costi.
La chiave di volta dell’intero sistema sta proprio nell’aver creato una sorta di “nastro trasportatore continuo”.
Il terminal sarà in grado di movimentare circa 1,04 milioni di container, dei 5 milioni di TEU, che gli esperti internazionali, stimano l’Alto Adriatico potrà movimentare entro il 2030.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa.

Terminal offshore di Venezia
Terminal offshore di Venezia