Safety first al Porto di Venezia

 
Martedì
28
Mar
2017

Sospeso a più di 30 metri e in preda ad un malore. No, non è un incidente; si tratta per fortuna solo di una simulazione ma è quanto potrebbe accadere in un qualsiasi terminal che utilizza gru per carico/scarico della merce. Per questo il 28 marzo il terminal Vecon PSA ha organizzato e ospitato una esercitazione di recupero del gruista.

Poniamo il caso infatti che l’operatore della gru sia colto da un malore. Non può ovviamente scendere autonomamente e, al contempo, ha bisogno di soccorsi immediati. In questo caso risulta necessario, per il personale sanitario, raggiungerlo a bordo della cabina operativa, posta a 35 metri di altezza e, allo stesso modo il ferito deve scendere celermente e in sicurezza dalla gru. Una operazione che necessita di esperienza, coordinamento e prontezza.

Alle 09:00 il gruista dà l’allarme. Il terminal contatta immediatamente sia l’infermeria portuale, sia il SUEM 118. L’allarme coinvolge anche i Vigili del Fuoco che, una volta accorsi sul posto, predispongono le necessarie imbragature per calare l’infortunato a terra. Le scale telescopiche in dotazione ai mezzi in questo caso non sarebbero infatti sufficienti. I primi a salire nella cabina operativa, dalle scale o dall’ascensore, sono gli addetti al servizio di primo soccorso portuale che stabilizzano il gruista. Intanto a terra i Vigili del Fuoco predispongono gli ancoraggi necessari. Poi, grazie ai Vigili del Fuoco, il ferito, adeguatamente imbragato, viene calato dalla gru e, una volta a terra, viene immediatamente caricato nell’ambulanza del SUEM 118 e trasportato all’ospedale per le cure del caso.

L’esercitazione è promossa dal terminal Vecon PSA e dall’Autorità di Sistema Portuale per aumentare il livello di coordinamento delle istituzioni preposte al soccorso sanitario ed il personale del punto di primo soccorso portuale, oltre che per testare e migliorare le procedure recentemente formalizzate.
È la prima volta in assoluto che il Porto di Venezia prevede una esercitazione di questo tipo. Un caso eccezionale certo; ma la sicurezza sul lavoro, com’è giusto che sia, non ammette eccezioni.
 

Un momento dell'esercitazione
Un momento dell'esercitazione