Rapporto di lavoro

 

Documento LAV-ADD versione 1.0
Aggiornamento: 24 gennaio 2015 – DCOP/LP

Il rapporto di lavoro dell’Addetto non qualificato nei Terminal Passeggeri si svolge secondo la modalità denominata “chiamata occasionale” e si stabilisce liberamente, in forma diretta e privata, tra la persona interessata e la ditta che si avvale delle sue prestazioni.
Non si tratta quindi di un rapporto di lavoro dipendente: in ambito crocieristico la persona interessata ha pertanto facoltà di prestare servizio, senza vincolo di esclusività, per qualunque ditta autorizzata a fornire il servizio in questione.
Tale rapporto non coinvolge in alcun modo APV, che non svolge alcuna intermediazione con agenzie marittime o società.

E’ fatto comunque obbligo alle ditte interessate all’utilizzo di personale a chiamata avente questa qualifica professionale di fornire ai propri collaboratori tut¬te le informazioni veritiere e necessarie per orientare la scelta consapevole di intraprendere il rapporto di collaborazione professionale, e prestare in propri servizi nell’ambito delle autorizzazioni ricevute.

Anche per ragioni di security, sentite le altre Autorità istituzionalmente interessate, APV può stabilire in qualsiasi momento il numero massimo dei titoli di accesso rilasciabili annualmente alla categoria in argomento.

APV pubblica l’elenco delle società autorizzate ad operare in ambito portuale al solo scopo di consentire agli interessati di ottenere direttamente da tali aziende ogni informazione circa le modalità con le quali si svolgerà l’attività lavorativa di Addetto non qualificato nei Terminal Passeggeri, facilitando altresì i relativi contatti.

Elenco delle società che in ambito portuale forniscono personale con qualifica di “Addetto non qualificato nei Terminal Passeggeri” ai sensi delle vigenti leggi in materia di turismo ed in particolare alla L. R. Veneto n. 33/2002.            
(pagina in aggiornamento alle autorizzazioni rilasciate per il 2015)