Procedura negoziata - Individuazione dei concorrenti da invitare - Servizi legali in assistenza a procedure di gara e costituzione atti progettuali-contrattuali

 
Procedura negoziata ai sensi degli articoli 20 e 27 del D.Lgs. n. 163/2006. Avviso per la individuazione dei concorrenti da invitare. Servizi legali in assistenza alle procedure di gara e alla costituzione degli atti progettuali e contrattuali per il PPP da inserirsi nel progetto comunitario TEN-T: "Implementation study to prepare a Public Private Partnership (PPP) to improve the capacity of the port of Venice and related logistics system (codice 2011-IT-94006-S).
Data di scadenza: 04/09/2012
Data documento: 01/08/2012

Procedura negoziata ai sensi degli articoli 20 e 27 del D.Lgs. n. 163/2006.
Avviso per la individuazione dei concorrenti da invitare

Servizi legali in assistenza alle procedure di gara e alla costituzione degli atti progettuali e contrattuali per il PPP da inserirsi nel progetto comunitario TEN-T: "Implementation study to prepare a Public Private Partnership (PPP) to improve the capacity of the port of Venice and related logistics system (codice 2011-IT-94006-S)

Stazione appaltante
Autorità Portuale di Venezia
Santa Marta, Fabbricato 13, 30123 Venezia

Contatti
Tel. (+39 )041/533.42.53 - (+39) 041/533.42.83
Fax (+39) 041/533.42.54
email autoritaportuale.venezia@legalmail.it; claudia.marcolin@port.venice.it; mara.pitaccolo@port.venice.it

Responsabile unico del procedimento
Dott. Gianandrea Todesco - Direttore Programmazione e Finanza
e-mail: gianandrea.todesco@port.venice.it; tel. (+39) 041/533.42.34

Termine per il ricevimento delle richieste di invito:
04/09/2012 h 12.00

Chiarimenti

DOMANDA 1: Tra i requisiti di partecipazione sono previsti:

  1. avere realizzato, nel decennio precedente la data di pubblicazione dell’avviso, servizi di assistenza giuridica nella realizzazione di progetti infrastrutturali realizzati in partenariato pubblico privato (PPP) del valore complessivo almeno pari ad Euro 400.000.000,00;
  2. avere realizzato, nel decennio precedente la data di pubblicazione dell’avviso, almeno un contratto di servizi di assistenza giuridica nella realizzazione di progetti infrastrutturali realizzati in partenariato pubblico privato (PPP) del valore non inferiore ad Euro 200.000.000,00.

A tali fini è necessario che i progetti infrastrutturali debbano essere realizzati, ossia che le infrastrutture debbano essere costruite e collaudate, oppure ciò che l’Amministrazione appaltante intende apprezzare è che sia stata effettivamente e concretamente svolta l’assistenza legale finalizzata alla realizzazione delle infrastrutture, a prescindere dalla ultimazione dei lavori o della fase ai avanzamento degli stessi?

RISPOSTA 1: L'indicazione di progetti "realizzati" è stata inserita perchè ci si attende che i requisiti richiesti si riferiscano ad attività concretamente svolte, esperienze maturate, competenze sorte in occasione del confronto, negoziazione e stesura di documenti di corredo dell'iniziativa con le parti coinvolte nel progetto.
Non è necessario, pertanto, che il progetto sia già giunto alla costruzione e collaudo dell'opera ma, invece, che le attività concrete nel senso indicato di sviluppo dello stesso siano state svolte.

 

QUESTION 2: Is there any special procedures a company based in Europe (but non in Italy) must follow?

DOMANDA 2: Una società basata in Europa (ma non in Italia) deve seguire procedure particolari?

ANSWER 2: The scope of the said tender is to award a service for higly qualified legal assistance in the field of Private Public Partnership applied to the logistics and Infrastructure global project of the Port of Venice. The procedures to be followed for not-in-Italy based companies are not different from the ones that apply to domestic companies , e.g. they are set by National Law in force on Public Procurement and Works , Legislative Decree 163/2006 and subsequent amendments and integrations. In our website perspective bidders can find all the documentation form to be fulfilled to be encluded in short-list and the complete terms of reference.

RISPOSTA 2: L'oggetto della gara è l'affidamento di un servizio di assistenza legale altamente qualificata nel campo del partenariato pubblico/privato applicato alla logistica e ai progetti globali di infrastruttura del Porto di Venezia. Le procedure che aziende non basate in Italia devono seguire non sono diverse da quelli che si applicano alle aziende italiane, cioè quelle regolate dalla legge nazionale sugli appalti e le opere pubbliche, Decreto Legislativo 163/2006 e modifiche e integrazioni successive. I candidati possono trovare in questa stessa pagina tutti i moduli da compilare per essere inclusi nella lista, unitamente alle istruzioni.

 

DOMANDA 3: Il possesso dei requisiti b.2 e b.3 deve susstistere in capo allo studio legale (italiano o straniero) inteso come struttura che partecipa alla gara o il possesso può dirsi soddisfatto se tali requisiti sussistono in capo ad attuali soci , o comunque membri dello studio medesimo , che però li hanno maturati mentre facevano parte di differenti studi legali (e comunque sempre nell'ultimo decennio dalla pubblicazione dell'avviso)?

Se la risposta a questa ultima domanda è positiva , i soci/membri possessori dei requisiti dovranno necessariamente far parte del gruppo di lavoro candidato a prestare il servizio di cui al bando?

RISPOSTA: L'"operatore economico" è il soggetto (professionista, studio associato, società tra professionisti ...) che deve possedere i requisiti richiesti di cui al punto 1) e 2) del bando. Il possesso dei requisiti si ritiene sussistere anche nel caso in cui la condizione sia verificata in capo ai singoli (o solo ad alcuni) professionisti (ad esempio perché maturati mentre prestavano la loro attività in altri studi legali con impegno e responsabilità diretta sulle pratiche). Resta inteso che in questo caso i soci che posseggono i requisiti dovranno necessariamente comporre il gruppo di lavoro candidato a prestare il servizio di cui all'Avviso.

Precisazione

In relazione alla idonea documentazione da allegare al Modello A (come richiesto al punto c) pag. 2 del suddetto Avviso), atta a provare carica e poteri di firma del sottoscrittore del suddetto modello, si precisa quanto segue: in caso di Associazione Professionale tra avvocati/ liberi professionisti, il potere di rappresentanza in capo al firmatario si può evincere dall'atto costitutivo dell'Associazione Professionale o modificativo dei rapporti associativi tra gli stessi professionisti associati, avente a contenuto la costituzione della associazione stessa.