Prima iscrizione nel registro APV di cui all'art. 68 C.N.

 

Documento 68-PI versione 1.0
Aggiornamento: 24 novembre 2014 – DCOP/LP

Per ottenere la prima iscrizione nel Registro le ditte interessate devono presentare alla Direzione Coordinamento Operativo Portuale dell’Autorità Portuale - Area Lavoro Portuale un’istanza in bollo sottoscritta dal proprio titolare o legale rappresentante.
L'istruttoria coinvolge, oltre all'Autorità Portuale stessa, altre Istituzioni competenti per la materia.
Una volta presentata l’istanza in bollo, la pratica si conclude nei termini massimi previsti dal Procedimento Amministrativo dell’Autorità Portuale.

Ogni successivo rinnovo (valido sempre per un anno solare) è da richiedersi, senza soluzione di continuità rispetto alla prima iscrizione, entro i termini stabiliti dall’Autorità Portuale e comunque entro il 31 dicembre di ogni anno.
Una volta ottenuta l’iscrizione, o il suo rinnovo, devono essere richiesti i permessi di accesso alle aree portuali, aventi validità corrispondente all’autorizzazione ottenuta.

L’importo dovuto per diritto fisso di segreteria in caso di prima iscrizione ammonta ad € 320; il diritto per ogni successivo rinnovo dell’iscrizione ammonta a 160 €.

L’emissione dei titoli di accesso comporta il versamento di un diritto fisso di segreteria pari ad € 20 per ciascun permesso richiesto.

La modalità più semplice per provvedere al pagamento dei diritti fissi di segreteria è l’utilizzo della cassa self-service situata presso l’Autorità Portuale. In alternativa è previsto il pagamento tramite bonifico bancario o versamento in conto corrente postale.

Per la prima iscrizione al Registro o per il suo rinnovo va utilizzata esclusivamente la procedura IOL (Istanze On Line).

 

 Ottieni maggiori informazioni sulla compilazione dell’istanza

oppure

Collegati alla procedura di accredito al servizio IOL

 

Visualizza la modalità di pagamento self-service
Ottieni le coordinate per provvedere al pagamento tramite bonifico bancario o versamento postale