PlayDay 2019

 
Il 10 aprile il Porto Passeggeri di Venezia a Marittima si è trasformato in una sorta di “villaggio olimpico” per la seconda edizione di Playday 2019: 1.400 studenti delle scuole materne, elementari e medie hanno aderito alla giornata conclusiva del progetto promosso dall’Associazione Amici della Laguna e del Porto.

Il 10 aprile il Porto Passeggeri di Venezia a Marittima si è trasformato in una sorta di “villaggio olimpico” per la seconda edizione di Playday 2019: 1.400 studenti delle scuole materne, elementari e medie hanno aderito alla giornata conclusiva del progetto promosso dall’Associazione Amici della Laguna e del Porto.

Una giornata dedicata allo sport, all'inclusione e allla socializzazione durante la quale l'Autorità di Sistema Portuale negli spazi della Marittima ha realizzato laboratori educativi e creativi sulla portualità.

I ragazzi hanno potuto anche provare diversi sport tra cui calcio, basket, canoa, vela e minigolf seguiti da istruttori qualificati e atleti professionisti tra cui Daniele Scarpa, Sandra Truccolo, Gloria Rogliani, alcuni giocatori dell'Umana Reyer Basker e una rappresentanza del Venezia FC.

Durante la manifestazione sono stati organizzati anche corsi, dimostrazioni operative e varie attività dalla Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Agenzia delle Dogane e Croce Verde.

Sono stati realizzati anche percorsi sulla disabilità preparati per l’occasione da Pietro Martire e la sua associazione “Oltre il Muro” o laboratori per interagire con l’associazione “Il Piccolo Principe” attraverso storie e disegni.

Una giornata quindi in cui riscoprire lo sport come strumento di inclusione e socialità.