PlayDay 2018: Lo sport come motore di crescita, aggregazione, socialità e integrazione

 
Martedì
10
Apr
2018

Per l’occasione, il Terminal Venezia Passeggeri si trasforma in un luogo di festa per accogliere studenti, insegnanti, atleti e illustri rappresentanti dello sport assieme ad istituzioni ed autorità locali: oltre 1.200 alunni coinvolti in una giornata all’insegna dello sport, motore di crescita, aggregazione, socialità e integrazione, in particolare verso coloro che convivono con disabilità fisiche, sensoriali, intellettivo-relazionali.
Dalla barca a vela, al calcio, dal basket alla canoa e  al wheelchair hockey, con campioni dello sport quali i medagliati olimpici Daniele Scarpa ( canoa ) e Sandra Truccolo ( campionessa paraolimpica di tiro con l’arco ), giocatori del Venezia FC, giocatori della Reyer, Giuseppe Aprea e Francesco Benussi ( ex portieri professionisti ), una rappresentativa della Nazionale Italiana di Wheelchair (hockey su sedia a rotelle ), Gloria Rogliani ( campionessa veneziana della regata storica ). E’ prevista la partecipazione di associazioni che insegnano e fanno praticare sport a persone disabili : Baskin Mestre ( basket inclusivo ), I For Me D’abili ( calcio inclusivo ), Black Lions ( wheelchair-hockey sedia a rotelle ), Andrea Stella con il suo catamarano polifunzionale adatto a persone disabili.
Playday2018 è un bel esempio di unione dei soggetti che compongono la realtà portuale che con i loro sforzi supportano la propria città: per questo, l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale crede e sostiene da tempo le attività dell’Associazione Amici della Laguna e del Porto, e ha deciso di essere parte attiva inserendola tra le attività che l’Ente realizza con il fine ultimo di garantire uno sviluppo portuale che sia sostenibile, anche sotto il profilo sociale, del dialogo e dell’inclusione.

 

PlayDay 2018
PlayDay 2018