PLAY DAY 2019 al Porto di Venezia

 
Oltre ostacoli e pregiudizi, lo sport si conferma straordinario strumento di socializzazione e inclusione.
Mercoledì
10
Apr
2019

Mercoledì 10 aprile, Il Porto Passeggeri di Venezia – Marittima si trasforma in una sorta di “villaggio olimpico” per la seconda edizione di Playday 2019: 1.400 studenti delle scuole materne, elementari e medie hanno aderito alla giornata di festa che conclude il progetto promosso dall’Associazione Amici della Laguna e del Porto, sostenuto dalla comunità portuale.

Per promuovere la conoscenza del sistema portuale veneto, oltre al patrocinio e al supporto organizzativo, l’Autorità di Sistema Portuale organizza per la prima volta, nel villaggio del PLAYDAY, una vera e propria “Piazza Porto di Venezia”, uno spazio dedicato ai bambini che possono fare laboratori educativi e creativi che consentano di “vivere una portualità” a misura di piccolo studente.

In particolare, due laboratori incentrati sui temi legati al mare: le “Barche” dove i bambini realizzano una barchetta galleggiante costruita con materiali poveri e di riciclo; “L’isola dei Nodi Marinari” che prevede un mini corso per la realizzazione dei nodi utilizzati da chi naviga. Infine, un’attività educativa dedicata “Alla scoperta dei container” dove con l’aiuto di un cartonato espositivo, è possibile imparare qualcosa legato ai container, come il motivo della forma, le modalità di gestione, informazioni su quanto viene trasportato.

Oltre alla “Piazza Porto di Venezia” nel villaggio del PLAYDAY molti sono gli stand espositivi da visitare, gli spazi e le attività per giocare, dipingere automobili, cimentarsi in percorsi sulla disabilità preparati per l’occasione da Pietro Martire e la sua associazione “Oltre il Muro” o laboratori per interagire con l’associazione “Il Piccolo Principe” attraverso storie e disegni.

La Croce Verde organizza dei corsi e molteplici sono le  dimostrazioni operative e attività della Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Agenzia delle Dogane.

Tutti insieme quindi al Porto di Venezia per sensibilizzare i bambini alla socializzazione e al concetto dell’inclusione, per costruire un diverso modello di relazione con il prossimo coinvolgendo i più piccoli in progetti creativi e appassionanti, all’insegna dello sport, quale canale di comunicazione preferenziale per andare oltre ai preconcetti e i pregiudizi.

Partecipano pure le associazioni che insegnano e fanno praticare sport a persone disabili: Black Lions (wheelchair-hockey), Nazionale Italiana Di Wheelchairhockey, Polisportiva Terraglio, Terraglio Danza, Team Veneto Special Olympics, Canoa Repubblic. Le attività sportive calcio, basket, canoa, vela e minigolf con istruttori qualificati e atleti professionisti si svolgono con  la partecipazione di campioni dello sport: gli atleti i olimpici Daniele Scarpa (canoa) e Sandra Truccolo (campionessa paraolimpica di tiro con l’arco), i giocatori del Venezia FC, i giocatori della Umana Reyer basket con la mascotte, Giuseppe Aprea e Francesco Benussi (ex portieri di calcio professionisti), Gloria Rogliani (campionessa veneziana del remo, già vincitrice della Regata Storica), oltre a varie personalità istituzionali.

Playday 2019
Playday 2019