Al vertice del mare Adriatico. All’incrocio dei principali corridoi di trasporto europei. Nodo delle Autostrade del Mare.

Il Porto di Venezia si candida come gateway europeo per i flussi commerciali da e verso l’Asia.

Interventi MISE

 

Nell'ambito degli interventi di potenziamento del porto si inserisce l’Accordo di Programma tra il Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Veneto, Comune di Venezia e Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale la cui finalità è favorire la riconversione e riqualificazione economica dell’area industriale di Porto Marghera, per garantire la sua vocazione produttiva e la salvaguardia dei livelli occupazionali.

L’accordo di programma prevede lo stanziamento complessivo di circa 153 milioni di euro (di cui circa 103 da parte del MiSE) da destinare ai sottoscrittori per interventi realizzati a Marghera e finalizzati allo sviluppo e all’occupazione. Per l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale si tratta di 12 progetti infrastrutturali per un investimento complessivo di oltre 75 milioni di euro (di cui 56 milioni finanziati dal MiSE e 19 milioni dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale) per il potenziamento delle caratteristiche del porto.

Tra i lavori nell’ambito portuale finanziati dall’Accordo di programma spiccano:

  • l’adeguamento funzionale, stradale, ferroviario, e messa in sicurezza di via dell’Elettricità – da via Ghega al raccordo con innesto su A57;
  • la sistemazione della rete fognaria con costruzione vasche di prima pioggia nella zona di Porto Marghera;
  • gli interventi di adeguamento e potenziamento degli impianti elettrici e di illuminazione nel porto di Venezia.
  • il banchinamento della sponda Ovest Canale Industriale Ovest – area Grandi Molini e Cereal Docks;
  • il banchinamento della sponda sud Canale Industriale Ovest – area Montesyndial – 1° stralcio.