Al vertice del mare Adriatico. All’incrocio dei principali corridoi di trasporto europei. Nodo delle Autostrade del Mare.

Il Sistema Portuale Veneto si candida come gateway europeo per i flussi commerciali da e verso l’Asia.

INTERGREEN-NODES Intermodal Green Alliance - Fostering Nodes

 

InterGreen-Nodes è un progetto europeo co-finanziato dal Programma Interreg CENTRAL EUROPE 2014-2020 e coordinato dall’Università Tecnica di Scienze Applicate di Wildau (Germania).
Sono coinvolti 13 partner tra i quali l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale con i porti di Venezia e Chioggia.
Il progetto ha preso avvio il 1 aprile 2019 ed ha una durata di circa 3 anni, concludendosi ufficialmente il 30 giugno 2022, con un budget complessivo di oltre 2 milioni e 300 mila euro.
L’obiettivo del progetto è quello di supportare azioni volte a rendere il trasporto merci nelle aree urbane dei nodi più sostenibile e intermodale nell’ultimo miglio, al fine di creare “green corridors” logistici da e per le regioni del centro Europa con il coinvolgimento degli stakeholder sia a livello regionale che europeo. Saranno perciò messe in atto soluzioni innovative per potenziare i sistemi integrati di trasporto.
 
Cosa fa il Porto di Venezia e Chioggia
L’Autorità di Sistema Portuale si propone di realizzare studi ed analisi per lo sviluppo di nuovi servizi intermodali da e per i mercati del centro Europa. Il budget è di 162 mila euro, finanziato al 100 per cento. In particolare, tre studi sono stati implementati nell’ambito del progetto:

  • analisi per l’individuazione delle dinamiche di sviluppo della crocieristica fluviale in laguna e sul Po;
  • studio per la creazione di un “fast corridor” doganale atto alla semplificazione burocratica nell’attività di trasferimento di merce sbarcata nel Porto di Venezia e diretta alla caricazione;
  • analisi per lo sviluppo di una piattaforma intermodale per l’ottimizzazione dei traffici del porto di Venezia verso i nuovi mercati del centro Europa.

InterGreen-Nodes migliorerà il coordinamento tra gli stakeholder del trasporto merci per aumentare le soluzioni di trasporto sostenibile, attraverso: 1) un maggiore allineamento tra le priorità delle regioni coinvolte e le raccomandazioni della Commissione Europea sul trasporto merci e lo sviluppo regionale; 2) un migliore coordinamento tra le autorità di pianificazione e gli stakeholder del trasporto merci per aumentare le soluzioni di trasporto multimodali e sostenibili nell’area del centro Europe, armonizzando i metodi di pianificazione territoriale, nonché dei nodi intermodali; 3) lo scambio di metodi, processi e soluzioni tecnologiche tra i nodi intermodali in tutta la regione del centro Europa. In tal modo, si supporteranno i nodi verso le future esigenze dei crescenti flussi di trasporto merci e in termini di sostenibilità.
Ciò sarà raggiunto mediante l'implementazione di soluzioni intermodali e logistiche innovative
per migliorare i livelli dei servizi sostenibili, per diversi segmenti della logistica, in particolare sull'ultimo miglio.
 

Sito web

Scarica la brochure

Newsletter Dicembre 2020

Newsletter Luglio 2020

Newsletter Maggio 2021

Newsletter Ottobre 2021

Logo progetto
Logo progetto