Gara europea per l'appalto dei servizi di pulizia ed igiene ambientale degli immobili di competenza dell'Autorità Portuale di Venezia.

 
Data di scadenza: 23/06/2014
Data documento: 05/05/2014

Gara europea per l'appalto dei servizi di pulizia ed igiene ambientale degli immobili di competenza dell'Autorità Portuale di Venezia.

Amministrazione aggiudicatrice:
Autorità Portuale di Venezia
Santa Marta, Fabbricato 13 - 30123 Venezia (VE)
 
Punti di contatto:
tel: 041/533.45.33
fax: 041/533.42.54
email: apv@port.venice.it
PEC: autoritaportuale.venezia@legalmail.it
 
Responsabile unico del procedimento:
Dott. Ing. Nicola Torricella
(Direttore Tecnico dell'Autorità Portuale di Venezia)
 
Termine per il ricevimento delle offerte:
23.06.2014 h. 12.00
 
Data di apertura delle offerte:
 25.06.2014 ore 09.00

Date del sopralluogo obbligatorio:
 28.05.2014, 10.06.2014 e 16.06.2014 alle ore 10.00

Documentazione di gara:

1) bando di gara
2) disciplinare di gara
3) capitolato tecnico
4) DUVRI
 

Chiarimenti a seguito di quesiti formulati:

 
1)       in relazione al requisito di capacità tecnica e professionale dei prestatori di servizi, richiesto dal bando di gara al punto III.1.3) e dal disciplinare di gara al punto 7, lettera b), l’importo non inferiore ad € 500.000,00 delle prestazioni di servizi analoghi a quelli oggetto della procedura è da intendersi al lordo dell’I.V.A., in quanto anch’essa da computare nel corrispettivo.
2)      in relazione all’attuale svolgimento del servizio, come previsto al punto 4.1 (pag. 6) del disciplinare di gara “all’atto del sopralluogo verrà fornito apposito documento indicante numero, contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, qualifica posseduta ed anzianità pregressa dei lavoratori attualmente impiegati per lo svolgimento del servizio, nel rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196”.
3)      In relazione al monte ore attuale si precisa che tale informazione non è rilevante ai fini della formulazione dell’offerta, essendo oggetto di offerta da parte dell’operatore economico partecipante alla procedura, ai sensi del disciplinare di gara, punto 12 (pag. 31) e dell’art. 286, comma 3, primo periodo del D.P.R. n. 207/2010.
4)      in relazione al triennio di riferimento per la comprova del possesso dei requisiti di fatturato specifico e dei n. 2 servizi analoghi, il riferimento è agli ultimi 3 esercizi finanziari approvati alla data di pubblicazione del bando, per cui se codesta spettabile impresa non ha ancora approvato il bilancio relativo all’anno 2013, esso non va preso in considerazione;
5)      si conferma che il requisito relativo al fatturato specifico dovrà essere posseduto direttamente dal consorzio, nel caso di consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lett. b), del Codice (consorzi tra società cooperative di produzione e lavoro e consorzi tra imprese artigiane), come previsto dal bando tipo  n. 1 del 26 febbraio 2014 (affidamento dei servizi di pulizia ed igiene ambientale degli immobili nei settori ordinari) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 78 del 3/04/2014.
6) In relazione al quesito posto da codesta spettabile impresa si precisa che, in relazione al requisito di capacità tecnica e professionale dei prestatori di servizi, richiesto dal bando di gara al punto III.1.3) e dal disciplinare di gara al punto 7, lettera b), per “servizi analoghi a quelli oggetto della presente procedura (servizi di pulizia di immobili sedi di uffici)” devono intendersi anche i servizi di pulizia presso strutture ospedaliere e sanitarie in genere, se comprendenti anche uffici.
7)     in relazione al requisito di capacità tecnica e professionale dei prestatori di servizi, richiesto dal bando di gara al punto III.1.3) e dal disciplinare di gara al punto 7, lettera b), per “servizi analoghi a quelli oggetto della presente procedura (servizi di pulizia di immobili sedi di uffici)” devono intendersi anche i servizi di pulizia presso strutture ospedaliere, se comprendenti anche uffici.
8) In relazione al monte ore/mese svolto da ciascuna delle unità riportate nel prospetto allegato al verbale di sopralluogo si precisa che tale informazione dovrà essere oggetto di offerta da parte dell’operatore economico partecipante alla procedura, ai sensi del disciplinare di gara, punto 12 (pag. 31) e dell’art. 286, comma 3, primo periodo del D.P.R n. 207/2010.
9) in relazione al quesito posto da codesta spettabile impresa si precisa che, in relazione al requisito di capacità tecnica e professionale dei prestatori di servizi, richiesto dal bando di gara al punto III.1.3) e dal disciplinare di gara al punto 7, lettera b), per “servizi analoghi a quelli oggetto della presente procedura (servizi di pulizia di immobili sedi di uffici)” devono intendersi anche i servizi di pulizia presso strutture ospedaliere e scolastiche, se comprendenti anche uffici.
10)     In caso di partecipazione da parte di consorzio stabile il possesso del requisito dei servizi analoghi di cui al punto 7 b) del disciplinare di gara deve ritenersi soddisfatto ai sensi di quanto previsto dal bando tipo n. 1 del 26 febbraio 2014 (affidamento dei servizi di pulizia ed igiene ambientale degli immobili nei settori ordinari) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 78 del 03/04/2014, vale a dire i requisiti devono essere posseduti direttamente dal consorzio ovvero dai singoli consorziati esecutori, secondo le disposizioni dell’art. 277 del Regolamento.
11)      in relazione al triennio di riferimento per la comprova del possesso dei requisiti di fatturato specifico e dei n. 2 servizi analoghi, il riferimento è agli ultimi 3 esercizi finanziari approvati alla data di pubblicazione del bando, per cui se codesta spettabile impresa non ha ancora approvato il bilancio relativo all’anno 2013, esso non va preso in considerazione;
12)      in relazione all’attuale svolgimento del servizio, come previsto al punto 4.1 (pag. 6) del disciplinare di gara “all’atto del sopralluogo verrà fornito apposito documento indicante numero, contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, qualifica posseduta ed anzianità pregressa dei lavoratori attualmente impiegati per lo svolgimento del servizio, nel rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196”.
13)      In relazione al nominativo dell’attuale appaltatore, la comunicazione dello stesso non risulta pertinente ai fini della formulazione dell’offerta da parte dell’operatore economico.
14)      In relazione all’attuale corrispettivo a carico della stazione appaltante per l’esecuzione dell’appalto in corso ed al monte ore settimale, si precisa che tali informazioni dovranno essere oggetto di offerta da parte dell’operatore economico partecipante alla procedura, ai sensi del disciplinare di gara, punto 12 (pag. 31) e dell’art. 286, comma 3, primo periodo del D.P.R. n. 207/2010.
15)      In relazione alla richiesta di conoscere variazioni in aumento/diminuzione delle prestazioni contrattuali richieste rispetto a quelle dell’appalto in corso, la stessa risulta non pertinente ai fini della partecipazione alla gara.
16) ai sensi del punto 4.1 del disciplinare di gara (pag. 6), che qui si riporta testualmenteall’atto del sopralluogo, verrà fornito apposito documento indicante numero, contratto collettivo nazionale di lavoro applicato, qualifica posseduta ed anzianità pregressa dei lavoratori attualmente impiegati per lo svolgimento del servizio, nel rispetto del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali).
17) in relazione al monte ore settimanale di ciascun lavoratore, tale dato dovrà essere oggetto di offerta da parte dell’operatore economico partecipante alla procedura aperta, ai sensi del disciplinare di gara, punto 12 (pag. 31) e dell’art. 286, comma 3, primo periodo del D.P.R n. 207/2010, 
18)  il servizio di lavaggio e stiratura della biancheria a disposizione del Segretario Generale e del Presidente consiste nel lavaggio e stiratura di asciugamani e canovacci in stoffa, acquistati dall’Autorità Portuale di Venezia, mentre l’appaltatore dovrà provvedere all’asporto della biancheria sporca, alla pulitura ed alla sostituzione con biancheria pulita.
19) in relazione all’attuale corrispettivo a carico della stazione appaltante per l’esecuzione del contratto in corso ed al monte ore mensile, tali dati dovranno essere oggetto di offerta da parte dell’operatore economico partecipante alla procedura aperta, ai sensi del disciplinare di gara, punto 12 (pag. 31) e dell’art. 286, comma 3, primo periodo del D.P.R n. 207/2010.