Foto 4

 

Nella Convenzione si leggono alcuni dati molto significativi: l’estensione dello spazio acqueo nel quale sorgerà l’impianto industriale e gli estremi dei provvedimenti governativi che hanno di fatto dato il via alla creazione di Porto Marghera.
Si legge infatti in quest'immagine che “l’esecuzione dei lavori di allargamento del canale di grande navigazione tra la Stazione Marittima di Venezia ed il nuovo Porto, necessari per dare accesso alle nuove aree da creare per il deposito e la lavorazione di materie infiammabili nelle barene a nord del detto canale” è stata affidata alla Società Porto Industriale di Venezia, dal Regio Decreto n. 748 dell’11 marzo 1920.

Foto 4