Elisa Salvaro - Archimede Gruden

 

“Lavorare in smart working: ho la fortuna di poter lavorare da casa, collegandomi in remoto, posso seguire quasi tutte le operazioni in modo tale da poter continuare ad espletare la nostra attività in maniera corretta, come se fossi in ufficio... anche se di fatto per certe operazioni ( nello specifico nel nostro lavoro) è necessaria la documentazione cartacea… ecco perché a livello aziendale ci siamo organizzati con i colleghi e a rotazione andiamo in ufficio per supportare chi lavora da casa, oltre ad utilizzare le tecnologie quali Microsoft Team, Skype, Whatsapp con i quali si può comunicare in maniera istantanea.

Ma la vera sfida nel lavorare a casa è conciliare il lavoro, appunto, con la famiglia.. ho una bimba di quasi 4 anni , e non è facile ricavare uno spazio dove poter lavorare cercando di avere la “tranquillità” dell’ufficio, per cui spesso mi ritrovo ad avere la piccola che mi chiama perché vorrebbe giocare con me o si mette a fianco ed ascolta le telefonate, mi fa mille domande (colta anche dalla curiosità di cercare di capire il lavoro che svolgo).

A livello lavorativo, pratico, ci sono moltissimi disagi, in quanto tantissime aziende sono state costrette a chiudere e per quanto riguarda il mondo delle spedizioni la cosa desta preoccupazione, sia per l’attualità ma soprattutto per il futuro.
Ad oggi abbiamo il problema nel consegnare la merce alle aziende… ma cosa ne sarà delle aziende stesse? Che futuro avranno? Riusciranno a sopravvivere a questa crisi economica mondiale?

La speranza ovviamente è quella che tutto riparta nel più breve tempo possibile, ma non sarà così semplice ed immediato; nel frattempo cambieranno molte cose, le piccole aziende ne subiranno le conseguenze e questo inciderà ad effetto “domino” nelle medie e grandi imprese.

Quello che stiamo vivendo rappresenta uno spartiacque per il modo in cui lavoriamo, i processi e le abitudini lavorative sono molti, diversi e stanno mutando... ed è partendo da elementi come questo, considerando il fatto che siamo in grado di lavorare efficacemente in una situazione del genere che dobbiamo costruire un modello di lavoro più attuale e che sia in grado di stimolare la creatività di ciascuno, mantenendo la stessa qualità nel raggiungere gli obiettivi”.

Elisa Salvaro - Archimede Gruden
Elisa Salvaro - Archimede Gruden