Da Venezia riparte la via della seta

 
Giovedì
23
Lug
2015

Il 23 luglio una folta delegazione di circa 160 rappresentanti delle realtà pubbliche e private cinesi e italiane è stata impegnata in un confronto sul tema della Via della Seta del ventunesimo secolo: non più solo storia e memoria, ma opportunità di sviluppo economico e culturale contemporaneo; il forum è infatti utile alla creazione di partnership concrete a favore dello sviluppo delle relazioni tra Italia e Cina.

Il Porto di Venezia, già individuato quale terminale occidentale della Via della Seta ricopre infatti un ruolo strategico non solo per le radici storiche di antico punto di arrivo e partenza della Via della Seta descritta da Marco Polo nel Milione, ma anche economiche per le potenzialità di collegamento che da Venezia si irradiano verso il cuore dell’Europa manifatturiera.

Priorità Cultura e Autorità Portuale di Venezia sono i partner italiani del forum promosso da China Public Diplomacy Association, una delle più importanti associazioni di emanazione governativa della Repubblica Popolare Cinese, e Silk Road Cities Alliance che raggruppa tutte le città posizionate lungo la Via della Seta.

L'incontro, strategico dal punto di vista culturale ed economico, ha visto la partecipazione del Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, del Sottosegretario al Ministero dell’Economia e Finanza, Pierpaolo Baretta e dell’ex Ministro degli esteri cinese Li Zhaoxing.

L'evento si è concluso con la firma del Memorandum of Understanding tra i porti di Venezia e Ningbo, uno dei principali porti cinesi, e capolinea orientale della Via delle Seta del XXI°Secolo. I due scali quindi lavoreranno insieme per rafforzare via mare il legame tra Oriente e Occidente grazie allo scambio di informazioni, piani e progetti innovativi utili per rinsaldare quella rotta oggi già percorsa dalle navi della “Ocean3”, l’alleanza globale tra le compagnie CMA-CGM, Uasc e China Shipping.

Immagine dei relatori del forum
Immagine dei relatori del forum
Il Ministro degli Esteri Gentiloni interviene al forum
Il Ministro degli Esteri Gentiloni interviene al forum
Foto della firma dell'accordo
Foto della firma dell'accordo