Al vertice del mare Adriatico. All’incrocio dei principali corridoi di trasporto europei. Nodo delle Autostrade del Mare.

Il Sistema Portuale Veneto si candida come gateway europeo per i flussi commerciali da e verso l’Asia.

Channeling the Green Deal for Venice

 

Channeling the Green Deal for Venice" è un progetto co-finanziato dall'Europa con il programma Connecting Europe Facility (2020-2023) che affronta il problema della limitata accessibilità nautica dei porti di Venezia e Chioggia, nel pieno rispetto dell'ambiente e della Laguna di Venezia.

Un approccio scientifico innovativo troverà soluzioni concrete e sfaccettate, che affrontano sia il punto di vista strutturale sia la prospettiva gestionale del dragaggio e della manutenzione per la regolazione del traffico nautico e dei flussi di sedimenti, migliorando la sostenibilità della navigazione nel canale principale Malamocco-Marghera.

Cosa fanno i porti di Venezia e Chioggia

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale dispone di un budget complessivo di 1,7 milioni di euro, cofinanziato al 50% da fondi comunitari, per valutare, in relazione al traffico marittimo, l'impatto idrodinamico sul canale Malamocco-Marghera e sulle fasce limitrofe, innescato dal transito delle navi lungo il canale stesso. Con questo monitoraggio si potranno individuare gli interventi da effettuare sia lungo il canale che nelle zone circostanti, al fine di arginare la frequente corrosione dei canali.

Questa azione può anche introdurre nuovi modelli di gestione per regolare il traffico. Ogni soluzione individuata sarà poi verificata, nell'ambito del progetto, e costantemente monitorata, salvaguardando sempre la migliore accessibilità nautica e l'ambiente.