Agribulk

 
Grazie ad una importante domanda localizzata nel porto e nel retroterra, all'intermodalità ferroviaria e fluviale, ad una buona accessibilità nautica e alle procedure di controllo unificate, il Porto di Venezia è lo scalo perfetto per il traffico dei prodotti agroalimentari.

Domanda localizzata nel porto e nel retroterra

Nel porto di Venezia ci sono due terminal industriali, leader in Italia e tra i più importanti d’Europa - Cereal Docks e Grandi Mulini Italiani - che trattano agribulk e il retroporto è caratterizzato da una forte concentrazione di industrie molitore e mangimistiche. Ciò alimenta e attiva notevoli volumi di traffico verso il porto rendendo Venezia uno scalo strategico nell’alto Adriatico per le rinfuse agroalimentari. In media, presso questi terminal, sbarcano circa 60 navi all’anno.
GMI è il primo gruppo molitorio italiano, e tra i principali in Europa, nella produzione di farine di grano tenero e semole di grano duro per uso domestico, professionale e industriale.
Cereal Docks è un’azienda italiana che opera nel mercato della raccolta e trasformazione di cereali e semi oleosi. E’ il principale raccoglitore e stoccatore del mercato italiano ed è il primo trasformatore italiano di soia e produttore di farine e oli vegetali.

Domanda localizzata nel porto
Domanda localizzata nel porto
Domanda localizzata nell'hinterland
Domanda localizzata nell'hinterland
Rinfuse cerealicole
Rinfuse cerealicole