Azzerati i diritti di segreteria fino a tutto il 2021 per le aziende che offrono servizi nei porti di Venezia e Chioggia

 
Date: 05/11/2020

L’Autorità, al fine di aiutare le imprese insediate nei porti di Venezia e di Chioggia a far fronte al periodo di forte difficoltà, dovuta anche al perdurare della pandemia, al conseguente calo dei traffici e ai costi accessori che questa comporta per le attività produttive, ha deciso di azzerare i diritti di segreteria per alcune categorie di utenti da ora fino a tutto il 2021.

A beneficiare della misura saranno le cosiddette aziende iscritte ai Registri di cui all’art. 68 Codice della Navigazione e addetti, guide e accompagnatori turistici, circa 700 soggetti fra realtà produttive e persone fisiche che si occupano di fornitura di servizi alle navi, alle merci e ai passeggeri, svolgendo le attività più disparate quali: fornitura provviste alimentari, noleggio pontili, manutenzione e riparazione di navi, arredo navale, portabagagli, vigilanza, etc.

Queste aziende sono tenute per legge a iscriversi ad un apposito registro, rinnovando annualmente tale adempimento a proprie spese. Solo a seguito dell’iscrizione, le aziende possono richiedere i permessi necessari per operare in porto.

La misura introdotta dall’AdSP a favore delle aziende sospenderà dunque il pagamento di questa iscrizione per oltre un anno per un ammontare complessivo di oltre 30 mila euro.