Nuova cabina elettrica di trasformazione n. 18 a Porto Marghera

 

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, nell'ottica di un costante adeguamento e miglioramento delle infrastrutture portuali, sta effettuando un importante intervento sulla rete elettrica del porto commerciale di Marghera che prevede la costruzione della nuova cabina elettrica 18, in sostituzione dell'esistente e ormai obsoleta cabina elettrica a servizio dei concessionari TRV e VECON, della quale è prevista la demolizione.

Area dell'intervento
Area dell'intervento

L'aggiornamento si è reso necessario per garantire prestazioni adeguate alla domanda di energia elettrica dei terminalisti, riducendo al minimo gli interventi di manutenzione che a loro volta risultano semplificati, riducendo al minimo le interruzioni nell'erogazione del servizio durante tali attività.

La nuova cabina 18, allacciata alla rete portuale di 10,5 kV, avrà una potenza nominale di 7,5 MW e sarà dotata di n. 5 trasformatori da 1250 kVA 20-10,5/3 kV per l'alimentazione delle gru e due trasformatori in parallelo da 630 kVA 20-10,5/0,4 kV per alimentare le utenze di bassa tensione.
 

Vecchia e nuova cabina
Vecchia e nuova cabina

Considerando che l'area è destinata allo stoccaggio di rinfuse, e quindi caratterizzata da notevole presenza di polveri che possono rapidamente intasare filtri e macchinari, si è scelto di eliminare il ricambio d'aria con griglie d'areazione adottando un impianto di climatizzazione in pompa di calore.

L'impegno economico complessivo per la realizzazione dell'intervento ammonta a € 2.100.000,00, interamente finanziati da AdSPMAS.